Congregazione Suore Infermiere dell'Addolorata

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Madre Giovannina Franchi

Stampa PDF

Madre FranchiLa fondatrice della Congregazione delle Suore Infermiere della Addolorata nasce a Como il 24 giugno 1807. Il padre, valente magistrato del tribunale della città, è Giuseppe Franchi, la madre è Giuseppina Mazza. Giovannina trascorre la giovinezza in famiglia con le sorelle e i fratelli e dal 1814 al 1824 si forma nell'Educandato di S. Carlo delle Suore Visitandine di Como. Rientra in famiglia a 18 anni; si dedica all'insegnamento del catechismo e alle opere di carità, sempre mostrando grande attenzione per le necessità del prossimo. Sollecitata col tempo dal suo direttore spirituale Can. Giovanni Crotti, nel 1853 comincia il suo cammino di totale dedizione ai fratelli sofferenti. Si spoglia delle sue ricchezze mettendole a disposizione dei bisognosi e apre in via Vitani con tre compagne  Infermiere di Carità  la  prima Casa di accoglienza per ammalati e convalescenti, prestando assistenza a domicilio a coloro che "non potevano essere accolti nel nosocomio della città". Ci si reca così nei quartieri più disagiati di Como per portare aiuto agli ammalati nelle loro abitazioni,  affrontando coraggiosamente ogni difficoltà. Madre Giovannina Franchi, che indossa per prima tra le consorelle l'abito religioso, affida alla protezione della Vergine Addolorata la Pia Unione delle Sorelle Infermiere che si applicano alla cura fisica e morale degli infermi: è con questo spirito che vengono accolti e assistiti malati, poveri, anziani, persone sole e senza tetto. Durante i periodi in cui la città di Como è colpita dal colera e  dal vaiolo nero, che compiono strage tra la popolazione, le suore sono   esempio  di  vivo  amore  ed esemplare pietà evangelica. Per Madre Giovannina la Casa delle Sorelle Infermiere deve essere una famiglia serena e  accogliente, piena di comprensione e affetto, "una copia della casa di Marta e di Maddalena sorelle di Lazzaro". Ancora, è Madre Giovannina a sostenere che la carità del prossimo debba essere "un amore universale, che tutti abbraccia nel Signore e non esclude nessuno". Dopo aver dedicato interamente la sua vita all'aiuto generoso dei bisognosi, colpita dal vaiolo per contagio nella cura degli infermi, Giovannina Franchi si spegne il 23 febbraio del 1872. Nell'annuncio delle consorelle per la sua morte si legge: "Oggi giorno 23 febbraio cadde un seme ch'era il sostegno di tutte noi e di tutti i poveri della Città.

Allegati:
Biografia di Madre Giovannina Franchi.

(documentazione in formato PDF)


( per ottenere una copia di Adobe Reader, cliccare sull'icona a lato  Get Adobe Reader )

Fondazione

Banner

Prenotazioni SSN

Banner

CRS Lombardia

Banner
Banner

Al fine di migliorare la navigazione del sito, utilizziamo i cookie per ricordare i dettagli, garantire un accesso sicuro e raccogliere statistiche per l’ottimizzazione delle funzionalità del sito. Per maggiori informazioni su come gestire i cookie, guarda la nostra cookie policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information