Congregazione Suore Infermiere dell'Addolorata

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ecografia Ostetrica

Stampa PDF

ECOGRAFIA OSTETRICA DEL I° TRIMESTRE
L’ecografia del 1° trimestre viene effettuata nel nostro centro tra la 11 e la 13+6 settimane (il feto deve essere compreso tra 45 e gli 84 mm di lunghezza) . Il periodo da noi consigliato è tra la 12.ma e la 13.ma settimana. Nel nostro protocollo questo esame è particolarmente approfondito. Vengono visualizzati la testa, l’addome, la colonna, il cuore, lo stomaco, la vescica, gli arti, le mani ed i piedi, con la possibilità di identificare precocemente eventuali anomalie maggiori. Inoltre viene misurata la translucenza nucale che consente di calcolare il rischio personalizzato di anomalie cromosomiche (Sindrome di Down ) o di altre malformazioni, in particolare le anomalie cardiache.
La translucenza nucale è l’espressione ecografica di accumulo di liquido sottocutaneo che tutti i feti presentano a livello della nuca ed è rappresentata ecograficamente da un’area anecogena (nera) delimitata da due linee ecogene (bianche) localizzata nella regione dorsale del collo. A tutt’oggi sono state esaminate più di 15.000 pazienti con una capacità di evidenziare le forme morbose superiore all’80% . Tali risultati hanno fatto sì che il nostro servizio sia stato riconosciuto dalla Fetal Medicine Foundation di Londra come uno dei centri di riferimento in Italia. In caso di rischio intermedio è possibile inoltre studiare altri markers ecografici di secondo livello quali l’osso nasale, il dotto venoso , la tricuspidal regurgitation e l’angolo fronto-maxillo-facciale per affinare ulteriormente la diagnosi ed ottenere un più accurato ricalcolo del rischio personalizzato di anomalie fetali.
Dal settembre 2008 è possibile migliorare ulteriormente la già elevata attendibilità della translucenza nucale integrandola con un test biochimico denominato DUO TEST o BI TEST. Mediante un prelievo vengono dosati nel sangue materno due ormoni: la PAPP-A ed il Free Beta HCG, che sono prodotti dalla placenta. Integrando i loro valori con l’esito della translucenza nucale si migliora l’attendibilità della determinazione del rischio personalizzato. Nel nostro centro, come indicato dagli studi clinici più recenti, consigliamo di eseguire il prelievo almeno una settimana prima (a partire dalla 10+) di eseguire la misurazione ecografica della translucenza nucale, in maniera tale da ottenere un risultato completo al momento dell’esame ecografico con la formulazione di una risposta e una consulenza immediata. L’esame combinato (translucenza nucale + DUO TEST) ha una capacità di identificare eventuali anomalie che raggiunge il 92%, e rappresenta, allo stato attuale delle conoscenze, il metodo più accurato di diagnosi prenatale non invasiva (ovvero privo di rischi per la salute della madre e del feto).

ECOGRAFIA II° TRIMESTRE
L’ecografia del 2° trimestre viene effettuata di solito tra la 19.ma e la 22.ma settimana.
E’ meglio conosciuta come l’ecografia morfologica. In quest’esame vengono studiati nel dettaglio i vari distretti anatomici : il sistema nervoso centrale (cervello e colonna vertebrale), il sistema scheletrico, l’apparato cardiovascolare , il massiccio facciale , il sistema escretore – urinario e l’apparato gastrointestinale.
Il feto viene misurato (diametro bi-parietale , circonferenza cefalica , cervelletto, ventricoli cerebrali , circonferenza addominale e lunghezza del femore), viene localizzata la placenta ed esaminato il cordone ombelicale. In casi selezionati, su indicazioni specifiche, vengono ricercati i cosiddetti soft markers, ovvero dei segni ecografici di secondo livello mediante i quali è possibile stimare il rischio personalizzato di eventuali anomalie cromosomiche.

ECOGRAFIA III° TRIMESTRE
L’ecografia del 3° trimestre viene effettuata tra la 31.ma e la 33.ma settimana . Viene rivalutata la morfologia fetale, la presentazione e riconfermata la localizzazione della placenta. Una delle finalità principali di questo esame ecografico è valutare l’accrescimento fetale, mediante le misure del diametro bi-parietale, della circonferenza cefalica, circonferenza addominale e lunghezza del femore.
Si calcola il peso fetale attuale e quello previsto a termine. Grazie a questa ecografia è possibile diagnosticare i difetti della crescita fetale e qualora sia necessario impostare adeguati controlli successivi per la determinazione del benessere e dell’accrescimento fetale.

ECOCARDIOGRAFIA FETALE
Quest’esame viene riservato solo alle pazienti che hanno una precisa indicazione del curante (cardiopatie pregresse , translucenza patologica, diabete preesistente,sospetti di malformazioni evidenziate durante l’ecografia del 2° trimestre ecc.). Viene esaminata con estrema attenzione l’anatomia del cuore e dei grossi vasi, la continenza delle valvole, l’integrità dei setti ed i ritorni venosi, la velocità di picco dell’aorta, dell’arteria polmonare e del dotto arterioso. Si valuta inoltre il flusso di sangue che proviene dalla placenta attraverso il dotto venoso.

FLUSSIMETRIA DOPPLER
L’esame della flussimetria viene effettuato spesso a completamento di un esame ecografico o cardiotocografico in pazienti con indicazioni materne ( ipertensione, pregressa pre-eclampsia ) e/o fetali (iposviluppo) e consta della rilevazione del flusso del sangue all’interno del vaso esaminato (arteria ombelicale, arteria cerebrale media fetale, dotto venoso fetale, arterie uterine materne): si valuta la morfologia dell’onda e si misura il flusso. La finalità dell’esame è valutare lo stato di benessere fetale.

ECOGRAFIA TRIDIMENSIONALE ( 3D - 4D )
Il nostro servizio ecografico è stato provvisto dal 2002 di sofisticati apparecchi ecografici tridimensionali e tridimensionali in tempo reale (4D) .La caratteristica rivoluzionaria di questo strumento consiste nel fatto che non si lavora su un piano ma su un volume. Pertanto è possibile non solo esaminare un determinato distretto in tre dimensioni (il viso del bambino per esempio) ma di manipolare sui tre piani il volume immagazzinato, consentendo di mettere in evidenza strutture anatomiche altrimenti difficilmente evidenziabili. Il 4D è poi particolarmente utile per la valutazione dell’anatomia e della funzionalità cardiaca. L’ecografia 3D e 4D viene utilizzata sistematicamente e gratuitamente nelle condizioni patologiche e nell’identificazione di particolari anomalie fetali. E’ possibile eseguire l’ecografia tridimensionale a pagamento se non esiste una indicazione medica.

DIAGNOSI PRENATALE
Le metodiche di diagnosi prenatale invasiva (amniocentesi o villocentesi) hanno la finalità di diagnosticare le anomalie cromosomiche del feto. L’amniocentesi consiste nel prelievo di una piccola quantità di liquido amniotico, la villocentesi di un frammento di placenta, mediante un ago, sotto controllo ecografico.
Nel nostro centro vengono eseguite amniocentesi solo a pazienti che si sono sottoposte alla valutazione della translucenza nucale e dopo counseling genetico. Il nostro protocollo prevede che possano accedere a questa procedura, previo consenso informato, due categorie di pazienti: coloro che a prescindere dall’età, abbiano una valutazione del rischio inferiore a 1/300 mediante translucenza nucale o test combinato (translucenza nucale + DUO TEST) e le pazienti che a prescindere dal valore della translucenza, abbiano più di 35 anni. L’esame viene eseguito intorno alla 15.ma - 16.ma settimana sotto guida ecografica. L’esito definitivo si ottiene dopo circa 2 settimane, ma grazie ad una nuova procedura denominata QF-PCR è possibile entro 48 ore escludere patologie cromosomiche nel 99% dei casi. Nel nostro centro è possibile effettuare in casi selezionati anche altre procedure invasive quali la funicolocentesi, amnioriduzioni ed amnioinfusioni.

Modulistica


Modulo informazione e consenso informato per lo screening delle anomalie cromosomiche (doc. in formato PDF)

Fondazione

Banner

Prenotazioni SSN

Banner

CRS Lombardia

Banner
Banner

Al fine di migliorare la navigazione del sito, utilizziamo i cookie per ricordare i dettagli, garantire un accesso sicuro e raccogliere statistiche per l’ottimizzazione delle funzionalità del sito. Per maggiori informazioni su come gestire i cookie, guarda la nostra cookie policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information